Sport

Allenare anche la mente

2012 Summer Olympics Womens Gymnastics

Vi è mai capitato di rendere al massimo in allenamento e poi di fare una pessima gara?

Oppure di sentire il vostro allenatore dire “In allenamento è così bravo, eppure in gara non rende. Sembra bloccato”.

Molti atleti lavorano sodo in allenamento ma poi non raggiungono i risultati desiderati.

In ogni sport gli aspetti mentali della competizione sono tanto importanti quanto quelli fisici e tecnici, ma spesso dimenticati.

Le abilità mentali non sono utili solo per gli atleti d’elite, ma anche per sportivi non professionisti  che combattono le pressioni di allenamenti e gare. Sia nel caso di atleti singoli sia di squadre, si tratta di migliorare la performance attraverso il raggiungimento degli obiettivi, il conseguimento delle prestazioni ottimali, intervenendo ad esempio sulla motivazione, sull’auto-efficacia, sulla gestione dello stress, ecc.

Un’indagine condotta sulle dichiarazioni, apparse sui media ed effettuate subito dopo prestazioni negative ai Giochi Olimpici di Pechino, ha evidenziato che gli atleti attribuivano i loro insuccessi quasi esclusivamente alla componente mentale (A. Cei, 2008). Questo avviene anche se apparentemente gli errori compiuti sono di carattere tecnico e tattico, infatti negli atleti esperti ogni imperfezione è attribuibile alla componente mentale.

La componente mentale della prestazione è una delle caratteristiche che ne determinano la qualità, infatti possiamo affermare che la performance ottimale di un atleta non può basarsi solo sul bagaglio di conoscenze tecnico-tattiche e sulla preparazione fisica, esiste cioè una triade di fattori.

Risulta perciò fondamentale costruire un’adeguata preparazione mentale accanto e assieme ad un’altrettanto buona ed accurata preparazione tecnica e fisica per poter raggiunge la performance ottimale.

L’obiettivo principale della preparazione mentale è allenare le capacità e le potenzialità della nostra mente al fine di esprimere a livelli di eccellenza l’intero potenziale del singolo atleta o dell’intera squadra, valorizzandone ed esaltandone i punti di forza ed andando a contrastare quelli di debolezza.

blog_sport+ copia

È importante ricordarsi che pensare, o meglio, credere di potercela fare è il primo passo per raggiungere i propri obiettivi o vincere, e poi, ovviamente, bisogna allenarsi!

“Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione” .

Henry Ford.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.